Calamari al forno gratinati con il Marsala
Ricette con il vino,  Secondi piatti con il vino

Fai i calamari al forno con il Marsala e andranno a ruba (anche se non sono fritti)

I calamari impanati più buoni del mondo

I calamari al forno gratinati con il Marsala è un secondo piatto di mare raffinato e gustoso. Si prepara senza troppa fatica e non ti fa rimpiangere nemmeno per un momento la frittura! Con la marinatura di limone e Marsala la carne dei calamari diventa tenera come un burro, mentre la panatura di pangrattato gli regala un guscio croccante, assolutamente indimenticabile…

Come fare i calamari al forno gratinati con il Marsala

I calamari al forno gratinati con il Marsala è un piatto sostanzioso. Con le dosi indicate dalla ricetta otterrai una porzione abbondante per 3 persone.

Ingredienti

  • 8 calamari puliti
  • Succo di ½ limone
  • 2 cucchiai abbondanti di Marsala secco
  • 2 cucchiai di farina
  • Pangrattato q.b.
  • Olio extra vergine d’oliva q.b.

Procedimento

  1. Dopo aver pulito accuratamente i calamari, ricavate degli anelli o dei rettangoli, come ho fatto io.
  2. Metti i calamari in una ciotola capiente e aggiungi il succo di limone e il Marsala
  3. Lascia marinare per 20-30 minuti.
  4. Unisci la farina, mescola bene in modo che si “attacchi” ai calamari.
  5. Intanto accendi il forno a 200°C, modalità statica.
  6. Passa i calamari nel pangrattato e adagiali su una teglia da forno antiaderente o rivestita con la carta da forno.
  7. Fai un giro d’olio e fai cuocere in forno per 15-20 minuti, fino a doratura.

Il consiglio in più della Cucina Alcolica

I calamari al forno gratinati con il Marsala sono una bontà unica! Se non ti piace puoi sostituire con il vino bianco o il succo di 1 limone intero. Puoi accompagnare questo delizioso piatto di mare con i funghi Champignon marinati all’aceto di vino bianco o la maionese super veloce fatta con il minipimer.

Condividi su:

La mia passione è cucinare! Mi diverto a sperimentare varianti alcoliche di ricette dolci e salate utilizzando il vino, la birra e i liquori.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento. Cliccando Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookies. AccettaRifiutaPersonalizza
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy