Ciambella carote e mandorle al Cointreau
Dolci con gli alcolici

Ciambella carote e mandorle senza burro al Cointreau, facile soffice come una nuvola

Un dolce perfetto per la colazione e non solo

La ciambella carote e mandorle al Cointreau ha la capacità di stregarti con la sua consistenza arrendevole al morso e la sua intensa bontà, esaltata dall’ingrediente segreto… il Cointreau. Un liquore a base di alcol puro e aromatizzato all’arancia, che darà alla torta non solo un profumo inebriante e un sapore avvolgente, ma ne allungherà magicamente i tempi di conservazione.

Ciambella carote e mandorle al Cointreau

Cerchi altre ricette di dolci con le mandorle? Dai un occhio qui:

Torta di mandorle senza farina al Limoncello

Torta Caprese bianca o Anacaprese al Limoncello

Paste di mandorle morbidissime facili al Limoncello

Come preparare la ciambella carote e mandorle al Cointreau

Per realizzare questa ricetta ti coniglio di utilizzare uno stampo per bundt cake da 25 cm, ma in alternativa andrà benissimo il classico stampo per ciambella. Grazie al Cointreau la torta si manterrà morbida e gustosa una settimana, naturalmente sotto una campana di vetro o all’interno di un porta torta. In alternativa al Cointreau, puoi utilizzare il Grand Marnier, un altro liquore all’arancia, ma a base di Cognac.

Ingredienti

  • 160 g di farina 00
  • 40 g di fecola di patate
  • 40 g farina di mandorle
  • 3 carote (270 g circa da pulite)
  • 3 uova
  • 120 g di zucchero semolato
  • 80 g di olio di semi di girasole
  • 1 cucchiaio di estratto di vaniglia o 1 bustina di vanillina
  • Scorza di 1 arancia grattugiata
  • 30 g di Cointreau
  • 1 bustina di lievito per dolci

Procedimento

  1. Per prima cosa lava le carote e asciugale bene con un canovaccio di cotone o di lino.
  2. Pela le carote, tagliale a pezzetti e frulla nel mixer insieme all’olio, fino a ottenere una crema liscia. Se non hai il mixer puoi tritare le carote con il minipimer, ma dopo averle grattugiate.
  3. Nel frattempo, accendi il forno in modalità statica a 180°C.
  4. In una ciotola monta per qualche minuto le uova con lo zucchero finché non diventano chiare e spumose.
  5. Aggiungi la crema di carote, la buccia grattugiata dell’arancia, la vaniglia o la vanillina e infine il Cointreau.
  6. Incorpora la farina e la fecola setacciate insieme al lievito, poi la farina di mandorla (non passa nella maglia del setaccio) e mescola bene.
  7. Imburra e infarina lo stampo, versa l’impasto e fai cuocere per circa 25-30 minuti. Come sempre, fai la prova dello stecchino, devi infilarlo nel cuore del dolce. Deve uscire asciutto.

Il consiglio in più della Cucina Alcolica…

Puoi decorare la ciambella con dello zucchero al velo (dopo averla fatta intiepidire, altrimenti non si “posa”), con dei ricami di crema di nocciole o fare una glassa lucida come me, con 1 cucchiaio di latte e 1 cucchiaio di Cointreau (o due cucchiai di latte) e 200 g di zucchero a velo, e petali di mandorle. Il dolce si mantiene circa 5 giorni fuori dal frigo, conservato sotto una campana di vetro o in contenitore porta-torte.

Se provi questa o altre ricette presenti sul blog, condividi su Instagram usando l’hashtag #lacucinalcolica e taggando il mio profilo, @lacucinalcolica. Mi trovi anche su Facebook!

La mia passione è cucinare! Mi diverto a sperimentare varianti alcoliche di ricette dolci e salate utilizzando il vino, la birra e i liquori.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *