Estratto di vaniglia
Dolci con gli alcolici

L’estratto di vaniglia migliore? Quello fatto in casa

La ricetta dell’estratto di vaniglia veloce

L’estratto di vaniglia fatto in casa si ricava dalle bacche di vaniglia, una particolare specie di orchidea, ed è l’aroma più usato in pasticceria. La vanillina invece, non ha un origine naturale, viene ottenuta chimicamente dalla lavorazione della cellulosa o partendo da alcune frazioni del petrolio. Ha chiaramente un costo minore, ma la differenza con la vaniglia pura è notevole. Il mio consiglio è di usare sempre prodotti naturali!

Per questa ricetta ho preso spunto dalla spiegazione di Dario Bressanini, un chimico che seguo e stimo per il suo approccio easy e smart ai processi chimici. Se non lo conosci… devi assolutamente rimediare!

L’estrazione a caldo di cui parla Bressanini si può utilizzare anche per altre preparazioni, come il Limoncello veloce, ti consiglio di provarlo perché è una bomba!

Come fare l’estratto di vaniglia naturale fatto in casa

L’estratto di vaniglia fatto in casa richiede pochi passaggi, semplici, ma delicati. Il risultato ti sorprenderà!

Ingredienti

  • 12 baccelli di vaniglia di grado di B
  • 375 g di Vodka bianca

Procedimento

  1. Per prima cosa immergi le bacche di vaniglia in acqua calda (non bollente) e lasciali ammorbidire per circa 4 ora.
  2. Trascorso il tempo necessario, tampona i baccelli con la carta assorbente, aprili in due con un coltello e raschia la polpa.
  3. Metti la polpa e i baccelli in un barattolo.
  4. Versa la Vodka in una pentola dai bordi alti (è infiammabile!) e porta sul fuoco. Quando raggiunge la temperatura di 70-75 °C spegni. Se non hai il termometro per alimenti, scaldala semplicemente.
  5. Versa la Vodka calda nel vasetto e poi chiudi immediatamente.
  6. Versa dell’acqua in una pentola e falla riscaldare bene (deve arrivare a 70°C). Spegni e immergi il vasetto. Chiudi con un coperchio e lascia raffreddare a temperatura ambiente, per 4-5 ore.
  7. Una volta che l’estratto di vaniglia si è raffreddato puoi travasarlo in una bottiglia o lasciarlo nel vasetto. Dopo una settimana il tuo estratto sarà già pronto!

Estratto di vaniglia, quanto usarne?

L’estratto di vaniglia fatto in casa è ottimo per aromatizzare torte, creme e dolci di ogni tipo. Inizialmente avrà un aroma meno intenso, quindi ne servirà un po’ di più. Ti consiglio di usare 1-2 cucchiai per le tue preparazioni dolci.

Estratto di vaniglia e conservazione

L’estratto di vaniglia fatto in casa migliora con il tempo e non ha una scadenza.

Il consiglio in più della Cucina Alcolica

L’estratto di vaniglia fatto in casa è molto semplice da preparare. Puoi utilizzare la vaniglia del Madagascar (bourbon) o la più pregiata vaniglia di Tahiti (è chiaramente più costosa). Dopo una settimana puoi già utilizzarlo anche se più invecchia e meglio è.

Se provi questa o altre ricette presenti sul blog, condividi su Instagram usando l’hashtag #lacucinalcolica e taggando il mio profilo, @lacucinalcolica. Mi trovi anche su Facebook!

Condividi su:

La mia passione è cucinare! Mi diverto a sperimentare varianti alcoliche di ricette dolci e salate utilizzando il vino, la birra e i liquori.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento. Cliccando Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookies. AccettaRifiutaPersonalizza
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte Privacy.